Gondola a Venezia

Destinazione

Italia

Qualche piccola curiosità sull’Italia: l’unica penisola che viaggia da nord a sud con una Latitudine perfetta e circondata da mari e venti buoni.

Unica situazione geografica nel pianeta che va a ricoprire lo 0,50% della superfice mondiale con lo 0,83% della popolazione mondiale.

Grazie alla sua posizione, circondata da venti e mari “buoni” da vita a grandissime Eccellenze Italiane, spesso esportate in tutto il mondo. 

Solo qualche esempio: a Pra’ vicino Genova nasce il Basilico più buono al mondo, il Prosciutto San Daniele (dalla bora e dalle Dolomiti), il Prosciutto di Parma (alpi Apuane), si narra che la Pasta più buona nasca a Gragnano, (Napoli) nella cosiddetta “galleria del vento” dove l’aria fresca di Castellamare di Stabia si incontra con la brezza del Vesuvio creando un microclima unico, in Abruzzo è presente lo zafferano più buono del mondo, in Calabria la liquirizia figlia dello ionio e delle Alpi Apuane, il mirto in Sardegna, il pachino in Sicilia e così via…

 

Grazie al clima e alla posizione geografica (ribadendo con il solo 0,50% della superfice mondiale), in Italia, sono presenti 7.000 specie di vegetali commestibili (primo paese al mondo, il Brasile al secondo posto con 3.300), qualsiasi regione italiana, ha più varietà di qualsiasi stato presente in Europa. Sono presenti 58.000 specie animali: 42000 di terra o aria, 10500 di acqua salata, 5500 di acqua dolce. Il secondo paese al mondo (la Cina), con ben il 6% della superficie ha solamente 20.000 specie di animali. In Italia sono ancora presenti 1200 vitigni autoctoni (in Francia 222), per questo sono oltre 500 le cultivar italiane di olive (per ricordarne qualcuna: Leccino, Frantoio, Moraiolo, Biancolilla, Coratina, Ogliarola, Moresca, Casaliva, Nocellara).

 

In Italia sono presenti 140 cultivar di grano duro. Il paese che ne produce più al mondo sono gli USA ma con sole 6 specie.

Questa meraviglia denominata biodiversità si chiama Italia il paese più biodiverso al mondo, stessa biodiversità che abbiamo nell’agroalimentare ora trasformata in enogastronomia.  

 

Una storia che parte 40.000 anni fa narra che Neanderthal e Homo Sapiens, partirono dall’Africa ma entrambi percorrendo strade diverse, mai incontrandosi lungo il percorso se non solo una volta giunti in Italia…

Decine di migliaia di anni dopo l’Italia ha avuto il primo grande impero leader nel sociale e nel politico; 1500 anni dopo è nato il rinascimento. Grazie a questa biodiversità in Italia oggi si incontra il 70% del patrimonio fisico artistico presente nel mondo, tutto questo solo esplorando lo 0,5% della superficie terrestre.

Biodiversità italiana che poi si è trasformata nei paesaggi (a volte rovinata da chi non li apprezza) per questo, i nostri paesaggi sono fra i più belli al mondo.

Il Belpaese è infatti arrivato oggi a 55 siti riconosciuti patrimonio dell’Umanità dell’Unesco (clicca qui per accedere alla lista completa dei siti Unesco in Italia)Ultimo ad essere riconosciuto come tale si trova fra le colline del prosecco di Conegliano Veneto e Valdobbiadene. La lista completa include siti archeologici, monumenti, panorami, ville e dimore storiche, città e isole.

Tutto questo dà vita al Turismo Culturale - enogastronomico e Turismo Esperienziale.