Search Results

49 elementi trovati

Prodotti (13)

Visualizza tutti

Post sul blog (6)

  • INFIORATA DI SPELLO E CANNARA

    Vacanza organizzata in Umbria, durante l'infiorata Una manifestazione unica in uno dei Borghi più Belli d’Italia, situato in provincia di Perugia a 280 mt s.l.m., 8600 abitanti circa, di cui 1600 solo nel borgo. Tutti gli appassionati infioratori si preparano tutto l’anno per l’arrivo di questa manifestazione. Meravigliose Infiorate i tappeti floreali, i balconi,le finestre, le porte, i vicoli, tutto Spello ricco di piante, fiori, un profumo floreale unico e la celebrazione con il Sacro Corteo del Corpus Domini guidato dal Vescovo, sono il risultato di un complesso e difficile lavoro che richiede giorni, settimane e addirittura mesi di paziente e sapiente lavoro di molti gruppi di lavoro. Le infiorate di Spello si svolgono ogni anno in occasione della festività del Corpus Domini (nona domenica dopo la Pasqua). Gli infioratori lavorano un’intera notte per realizzare, preparare e suggestionare i visitatori lungo le viuzze del centro storico di Spello ad onorare il passaggio del Corpo di Cristo, portato in processione dal Vescovo la domenica mattina. Il risultato è un percorso di circa 1,5 km caratterizzato dall’alternarsi di oltre sessanta diverse infiorate. Nel 2021 le manifestazioni avranno luogo durante Sabato 29 maggio, domenica 30 maggio, giovedì 03 giugno, venerdì 04 giugno, sabato 05 giugno e domenica 06 giugno. La Tonnara di Scopello per un itinerario insolito Idea di tour organizzato per l'infiorata di Spello e Cannara

  • LA RISERVA NATURALE ANSA E VALLI DEL MINCIO

    Un Tour organizzato nelle Valli del Mincio e i Borghi rivieraschi La riserva naturale Valli del Mincio e i borghi rivieraschi di Rivalta, Grazie e Soave sono stati riconosciuti come "destinazione turistica di eccellenza" nell'ambito del progetto comunitario "Eden 2009 (acronimo di "European Destinations of Excellence") - Turismo e aree protette", piazzandosi al terzo posto di una graduatoria di cinque aree selezionate. La Zona di Protezione Speciale (ZPS) "Valli del Mincio" in prossimità del borgo rivierasco di Rivalta, il Mincio si allarga a formare un'ampia zona valliva, un intreccio di canali, specchi d'acqua e piccoli chiari. E' il tratto di fiume con le caratteristiche floristiche, vegetazionali e faunistiche più interessanti. Sono presenti 60 entità palustri e acquatiche, specie acquatiche come la Vallisneria, i Millefoglio d'acqua, la Brasca a foglie sottili, l'Erba gamberaia. Sugli specchi d'acqua vegetano lamineti di Ninfea bianca, nannufero e Castagna d'acqua. Verso le sponde. Tra i canaletti d'acqua si inseriscono molte specie igrofile quali la Genziana di palude, il Senecio palustre, l'Erioforo, l'Orchidea incarnata, l'Orchidea spiralata estiva, l'Aglio palustre, l'Aglio odoroso. Il corridoio ecologico del Mincio costituisce una rotta migratoria di grande importanza per molte specie di Uccelli. Nei siti sono presenti 55 specie di interesse comunitario di cui 13 nidificanti: sono presenti altre 149 specie di uccelli tra stanziali, migratrici e svernanti. Da ricordare in particolare i vari aironi coloniali (Airone rosso, Airone bianco maggiore, Airone cenerino, Nitticora, Sgarza ciuffetto, Garzetta e Airone guardabuoi), i rapaci diurni (Falco di palude, Albanella minore, Smeriglio, Pellegrino), gli svassi e le anatre (Tuffetto, Svasso maggiore, Germano reale, Cigno reale ecc.). Nei siti sono presenti due specie di anfibi e una specie di Rettili di interesse comunitario: la Rana di Lataste, il Tritone crestato e la Testuggine palustre. Tra le 290 specie di invertebrati censite, da segnalare il Gambero di fiume, lo Scarabeo eremita e la Licena delle paludi. Rinvenuta per la prima volta nelle Valli del Mincio nel 2009 la Cerambice dell'euforbia palustre, specie estremamente localizzata e seriamente minacciata. Riveste particolare importanza per l'insediamento dell'Airone rosso l'Isola dell'Airone rosso di fronte agli specchi d'acqua delle ex cave Zanetti. La specie è migratrice e nidificante dal 1981, insieme a Nitticora, Garzetta, Sgarza ciuffetto, Airone guardabuoi e Airone cenerino. I nidi sono costruiti su isole di Salice cenerino, emergenti tra le canne o direttamente sulle canne stesse. La passione per la navigazione delle valli del Mincio

  • IL BORGO DI CIVITA DI BAGNOREGIO

    Questo borgo medievale rurale in provincia di Viterbo, rischiò di scomparire finché non attirò l'attenzione del mondo. Situato a 120Km dalla capitale italiana, è anche soprannominato "la città che muore", arroccato su un altopiano in continuo sgretolamento, il paese è stato afflitto da frane, terremoti ed erosioni, per questo rischia di scomparire. Conta 10 residenti st